logo semlice  Polo Pasta&Pizza

"PALZOLA PICCANTE" 
GORGONZOLA DOP Az. PALZOLA 

Palzola Piccante
La forma stagionata per settanta giorni presenta una pasta chiara con un'erborinatura più accentuata nella densità e nel colore, tendente a toni più scuri. Di consistenza compatta ma morbida, PALZOLA PICCANTE, si scioglie al palato.

Il prodotto stagionato per centoventi giorni è preferito da coloro che amano i sapori decisi: qui la pasta tende al paglierino, l'erborinatura assume un colore meno vivo, mentre la trama si infittisce, il sapore ed il profumo si accentuano.


Il Gorgonzola è un formaggio a pasta cruda di colore bianco e paglierino, ottenuto da latte intero vaccino pastorizzato. Le screziature sono dovute alla formazione di muffe, in base al processo naturale. Le muffe sono della specie "Penicillum roqueforti", parenti di quelle da cui viene ricavata la penicillina.

Origini e area di produzione Molte sono le leggende che si raccontano sull'origine di questo formaggio e la maggior parte concordano nel situarle intorno al X-XII secolo in provincia di Milano e precisamente in prossimità del paese di Gorgonzola. Fino agli inzi del XX secolo questo formaggio era chiamato semplicemente "stracchino" o, più spesso, "stracchino verde" o "stacchino di Gorgonzola" e fu solo la necessità di distinguere e valorizzare il formaggio prodotto nella zona tipica di origine a dargli il definitivo nome di Gorgonzola.
Area di produzione: province di Novara, Vercelli, Cuneo, Alessandria (territorio di Casale Monferrato), Pavia, Milano, Como, Bergamo, Brescia, Cremona.


La storia del gorgonzola 
Si narra che nel IX secolo, Carlo Magno gustò un formaggio dal sapore intenso e da caratteristiche venature verde e nei Promessi Sposi, a Renzo in fuga nelle campagne milanesi, viene offerto dello ‘stracchino’ in una locanda nei pressi di Gorgonzola. Va detto che nella zona di Gorgonzola si radunavano le mandrie di ritorno dai pascoli di montagna e questo rendeva disponibile una grande quantità di latte.
Se ne faceva uno stracchino. Stracchino perché fatto con il latte delle vacche ‘stracche’ -cioè stanche- che scendevano dalle montagne nella valle Padana, in autunno. Da qui il nome stracchino Gorgonzola.
Intorno alle origini del Gorgonzola ci sono diverse leggende. 
Una vuole che un giovane casaro lasciasse il suo posto di lavoro per andare a trovare la sua innamorata. Al mattino per non farsi scoprire mescolò la cagliata della sera con quella del mattino. Ottenne un formaggio che rimaneva tenero anche se lasciato a stagionare. Si cercò di ovviare al problema forando le forme per favorire l’asciugatura ma si riempirono di muffe che però risultarono commestibili e diedero al formaggio un sapore molto gradevole. 
Era nato il Gorgonzola.


La Denominazione di Origine Protetta è stata riconosciuta il 12 giugno 1996.GORGONZOLA D.O.P.
Formaggio grasso, a breve e media stagionatura, a pasta molle o semidura.
Formaggio lombardo e piemontese che si classifica nei formaggi erborinati.
Molto conosciuto.
Di breve e media stagionatura, a seconda delle tipologie Dolce o Piccante. Fatto con latte di vacca inoculato di Penicillium Roqueforti, tende a maturare rapidamente proprio per la presenza di queste muffe.
Durante la maturazione le forme vengono forate per favorire il passaggio di aria che consente alle muffe di svilupparsi.
La media aromaticità della tipologia Dolce è in antitesi con quella elevata della pasta Piccante.

GORGONZOLA

decoro

FORMAGGI

FORMAGGI

  • Default
  • Title
  • Date
  • Random